5 consigli per un San Valentino… etico

cuore

Se volete amare, amate anche l’ambiente e festeggiate prima! Il 13 febbraio, proprio il giorno prima di San Valentino, si celebra “M’illumino di meno“, la campagna del programma di Radio 2 Caterpillar a favore dell’efficienza energetica e dell’armonia con il Pianeta.

Ci sembrava bello, in questo giorno così speciale per gli innamorati, darvi qualche consiglio romantico a tema etico: l’ambiente sarà uno degli argomenti su cui rifletteremo all’interno della scuola di counseling perché é fondamentale comprendere come tutto sia collegato, come ogni azione si ripercuota sulle vite degli altri.

1- Spegnete le luci e accendete le candele. Farete atmosfera risparmiando elettricità (che in Italia è ancora prodotta per la maggior parte da fonti fossili, quindi molto inquinanti). Che siate in coppia o single, regalarsi una cena a lume di candela è un atto dolcissimo. Creerete intimità, uno spazio “pieno” che  apra il cuore.

2- A proposito di cenetta: meno carne e più biologico. Per un giorno provate a non fare del male a nessun essere vivente e a coccolare anche la Terra, solitamente sommersa da pesticidi e sostanze che la inquinano. Così facendo farte del bene anche al vostro corpo, che è il vostro tempio.

3- Spegnete i cellulari. Non dovrebbe esserci bisogno di dirlo, ma vista la tendenza imperante a dipendere da smartphone e tablet, forse è il caso di ricordarlo. Così sicuramente risparmierete energia e avrete modo di parlare senza distrazioni con la persona che amate. (Fosse anche il vostro solito animale domestico).

4- Abbracciatevi di più e abbassate di un grado il riscaldamento. L’abbraccio vale anche con l’animale domestico preferito. In queste fredde giornate invernali la voglia di tenere il riscaldamento al massimo è tanta: il che significa più polveri sottili e più inquinamento. Resistiamo e se possiamo portiamo la caldaia a 17-18 gradi… accoccolandoci poi sul divano.

5- Regalatevi l’anima, non le cose. Le “cose” sono bellissime, lo sappiamo. Spesso però i regali più belli non si comprano e non si vendono, sono azioni che riempiono l’anima e ci fanno stare in pace col mondo e non oggetti destinati al dimenticatoio. Allora potreste scrivere su un bigliettino tre cose che vi piacciono di voi o del vostro partner. Tre cose per cui vi volete bene, tre cose che vi fanno essere fieri di voi stessi. Non importa che abbiate già una dolce metà o che momentaneamente siate single. Regalarsi un po’ di autoapprezzamento è importantissimo. L’esercizio vale anche se siete in coppia!

Buona festa!

 

In copertina: ©foto 4ever.eu
Annunci

Oggi è la Giornata mondiale della gentilezza

kindness

Quante volte lo stress quotidiano, i pensieri negativi, la stanchezza ci portano a essere indisponenti e sgarbati con le persone che ci circondano? Probabilmente troppe. Oggi proviamo a essere gentili. E’ la Giornata mondiale della gentilezza.

La data del 13 novembre è stata scelta perché, proprio in questo giorno, nel 1997 si aprì la Conferenza del “World Kindness Movement” a Tokyo, chiusasi poi con la firma della Dichiarazione della Gentilezza.

L’obiettivo di questa manifestazione, che raccoglie tra l’altro gli inviti dei più importanti leader spirituali al mondo a essere gentili, accoglienti e disponibili con il prossimo, è quello di riuscire a guardare oltre le differenze (culturali, etniche, religiose) e di sentirci cittadini del mondo, parte di un’unica comunità, quella umana.

In Italia è anche nato un movimento per diffondere e rendere “virale” la gentilezza su internet e social media, Gentletude.

Ecco i dieci comandamenti della cortesia moderna proposti proprio dal movimento:

1. Ascoltare
Cercate di vivere bene insieme: ascoltate gli altri e siate pazienti
2. Sorridere
Siate aperti verso tutti: salutate, ringraziate e sorridete spesso
3. Ragionare
Fatevi scivolare via i torti subiti e non cedete alla rabbia, ragionate
4. Rispettare
Rispettate e valorizzate la diversità, è una grande fonte di ricchezza
5. Condividere
Non siate gelosi del sapere: comunicate e condividete il più possibile
6. Non inquinare
Il Pianeta è uno solo: rispettatelo e non inquinatelo
7. Riutilizzare
Riducete gli sprechi il più possibile: riciclate, riutilizzate, riparate
8. Mangiare local
A tavola seguire la stagionalità e preferite i prodotti locali
9. Proteggere
Proteggete gli animali: non maltrattateli e non abbandonateli
10. Vivere con etica
Vivete insieme con gli esseri umani e gli animali domestici in modo etico, senza indurre loro sofferenze.

 

Foto in copertina © galleryhip.com

La paura è una sega mentale

paura sega mentale

“La paura è una tigre in agguato nella nostra stessa ombra, sempre pronta a ghermirci. E ci insegue per tutta la vita”.

Inizia così La paura è una sega mentale – come liberarsene per sempre, uno dei (tanti) libri dello psicologo Giulio Cesare Giacobbe che, con stile inconfondibilmente leggero ma estremamente efficace ci dimostra quanto sia in realtà semplice essere felici.

Il tema del libro è appunto la paura: Giacobbe ci racconta cos’è, come si sviluppa. Ce la spiega attraverso l’analisi transazionale e la teoria delle tre personalità, quella del bambino, quella dell’adulto e quella del genitore, e ci aiuta a superarla attraverso mantra di stampo orientale.

Un libro utilissimo, insomma, da leggere e sottolineare a piacere, in cui rivediamo tanto di quello per cui lavoriamo con la W.A.Y. Therapy o coi seminari di Psicologia e taoismo.

Giulio Cesare Giacobbe
La paura è una sega mentale – come liberarsene per sempre
Ed. Oscar Mondadori
Euro 5,90 (in edizione economica)

Calendario di giugno e luglio 2014

Ecco un piccolo riassunto delle nostre attività dei prossimi mesi, prima della pausa estiva…

Domenica 8 giugno – La gioia
Continuano gli incontri del ciclo “Psicologia e Taoismo” tenuti da Paolo Gorini e Miriam Carcano. Quello di questa domenica sarà focalizzato sulla gioia, emozione rincorsa, inseguita, agognata e spesso fin troppo sfuggevole. Miriam e Paolo ci illustreranno, fondendo come sempre la tradizione orientale con i principi della moderna psicologia occidentale, come annaffiare la propria piantina di gioia… giorno dopo giorno!
Appuntamento l’8 giugno dalle 9.00 alle 16.00. Info a QUESTO LINK.

6-12 luglio – Imparare l’amore
Torna la vacanza seminario nella bellissima isola di Ischia condotta da Lorella Cantaluppi e Miriam Carcano, che è insieme un po’ terapia di gruppo, un po’ puro relax, in un ambiente caldo e accogliente. Il tema di quest’anno è l’amore: tutti pensiamo di saper amare, ma è veramente così? Durante questa esperienza, il gruppo cercherà di capire cos’è amare e cosa non lo è, con strumenti offerti dalle discipline orientali e dalla psicologia occidentale. Comeè tipico dell’approccio di Miriam e Lorella, verranno coinvolte più dimensioni: corporea, mentale, emotiva, spirituale.
Tutte le informazioni sul seminario sono QUI.

Sabato 19 e domenica 20 luglio – Corso sul metodo Buteyko
Il Metodo Buteyko, studiato e sperimentato dal medico russo K. Buteyko, è approvato e utilizzato dal ministero della sanità russo fin dal 1985. E’ considerato utile per curare allergie, ipertensione, ansia, attacchi di panico, apnee notturne e tante altre patologie.  Conduce il corso, che siterrà al sabato tutto il giorno e domenica solo alla mattina, Carlo Carlesi. Info QUI.

Che gioia! – Seminario di psicologia e taoismo, 8 giugno

joy
Continua il ciclo di incontri che fondono le teorie della moderna psicologia occidentale con il sapere dell’antica filosofia orientale taoista.Questa volta, il tema dell’incontro che si terrà domenica 8 giugno e che sarà condotto come sempre da Miriam Carcano e Paolo Gorini, sarà la GIOIA.La gioia è sicuramente l’emozione più ambita da ogni persona: la ricerchiamo costantemente, ma più la rincorriamo, più sembra sempre sfuggirci tra le dita.

In realtà la gioia è perfettamente dentro di noi: del tutto simile ad un’esile piantina, va coltivata con cura, giorno per giorno, per darle modo di regalarci i suoi splendidi e deliziosi frutti.

Dobbiamo solo diventarne consapevoli.

Come possiamo coltivare la gioia per poi gustarne i frutti?

Durante questo incontro, Paolo e Miriam forniranno ai partecipanti gli ingredienti adatti per imparare ad essere felici, esploreranno le vie per creare un substrato fertile, dove la gioia possa attecchire e prosperare, e daranno metodi per nutrirla costantemente e fare in modo che divenga un bene duraturo: il nostro e più bell’albero della Vita.

Quando
Domenica 8 giugno, dalle 9.00 alle 16.00. Si mangia insieme, per cui si richiede a ciascuno di portare del cibo da condividere con tutti gli altri.

Dove
Al Centro dell’Essere, in via Rismondo 81, a Seregno.

Per info
E’ possibile contattare via mail o telefonicamente Miriam Carcano (miriamcarcanopsi@gmail.com tel 3395016281) e Paolo Gorini ( pfgorini@gmail.it tel.3386234393) oppure si può inviare un messaggio QUI.