5 consigli per un San Valentino… etico

cuore

Se volete amare, amate anche l’ambiente e festeggiate prima! Il 13 febbraio, proprio il giorno prima di San Valentino, si celebra “M’illumino di meno“, la campagna del programma di Radio 2 Caterpillar a favore dell’efficienza energetica e dell’armonia con il Pianeta.

Ci sembrava bello, in questo giorno così speciale per gli innamorati, darvi qualche consiglio romantico a tema etico: l’ambiente sarà uno degli argomenti su cui rifletteremo all’interno della scuola di counseling perché é fondamentale comprendere come tutto sia collegato, come ogni azione si ripercuota sulle vite degli altri.

1- Spegnete le luci e accendete le candele. Farete atmosfera risparmiando elettricità (che in Italia è ancora prodotta per la maggior parte da fonti fossili, quindi molto inquinanti). Che siate in coppia o single, regalarsi una cena a lume di candela è un atto dolcissimo. Creerete intimità, uno spazio “pieno” che  apra il cuore.

2- A proposito di cenetta: meno carne e più biologico. Per un giorno provate a non fare del male a nessun essere vivente e a coccolare anche la Terra, solitamente sommersa da pesticidi e sostanze che la inquinano. Così facendo farte del bene anche al vostro corpo, che è il vostro tempio.

3- Spegnete i cellulari. Non dovrebbe esserci bisogno di dirlo, ma vista la tendenza imperante a dipendere da smartphone e tablet, forse è il caso di ricordarlo. Così sicuramente risparmierete energia e avrete modo di parlare senza distrazioni con la persona che amate. (Fosse anche il vostro solito animale domestico).

4- Abbracciatevi di più e abbassate di un grado il riscaldamento. L’abbraccio vale anche con l’animale domestico preferito. In queste fredde giornate invernali la voglia di tenere il riscaldamento al massimo è tanta: il che significa più polveri sottili e più inquinamento. Resistiamo e se possiamo portiamo la caldaia a 17-18 gradi… accoccolandoci poi sul divano.

5- Regalatevi l’anima, non le cose. Le “cose” sono bellissime, lo sappiamo. Spesso però i regali più belli non si comprano e non si vendono, sono azioni che riempiono l’anima e ci fanno stare in pace col mondo e non oggetti destinati al dimenticatoio. Allora potreste scrivere su un bigliettino tre cose che vi piacciono di voi o del vostro partner. Tre cose per cui vi volete bene, tre cose che vi fanno essere fieri di voi stessi. Non importa che abbiate già una dolce metà o che momentaneamente siate single. Regalarsi un po’ di autoapprezzamento è importantissimo. L’esercizio vale anche se siete in coppia!

Buona festa!

 

In copertina: ©foto 4ever.eu
Annunci

Ti auguro tempo

orologio2

 

Non ti auguro un dono qualsiasi,
ti auguro soltanto quello che i più non hanno.
Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;
se lo impiegherai bene potrai ricavarne qualcosa.
Ti auguro tempo, per il tuo fare e il tuo pensare,
non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.
Ti auguro tempo, non per affrettarti a correre,
ma tempo per essere contento.
Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perché te ne resti:
tempo per stupirti e tempo per fidarti e non soltanto per guadarlo sull’orologio.
Ti auguro tempo per guardare le stelle
e tempo per crescere, per maturare.
Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare.
Non ha più senso rimandare.
Ti auguro tempo per trovare te stesso,
per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.
Ti auguro tempo anche per perdonare.
Ti auguro di avere tempo, tempo per la vita.

Elli Michler

 

Questo è il nostro regalo per voi… Buon Natale dal Centro dell’Essere!

Perché sono importanti le chiacchiere serali (attorno al fuoco)

Bonfire1

Avete mai chiacchierato, di notte, davanti a un fuoco? Magari seduti attorno a un falò in spiaggia, o adagiati comodamente sul divano, mentre fissate incantati le fiamme crepitanti di un caminetto, in inverno? Ecco, se lo avete fatto, avete reso omaggio ai vostri antenati ed è un po’ come se li aveste “ringraziati”.

Nella storia evolutiva degli esseri umani, infatti, le chiacchiere serali e notturne intorno al fuoco sono state importantissime, anzi, fondamentali. Lo afferma una ricerca di Polly W. Wiessner, dell’Università dello Utah a Salt Lake City, pubblicata sui “Proceedings of the National Academy of Sciences”.

Secondo lo studio, che si è basato anche sull’osservazione diretta da parte della scienziata delle abitudini dei San, o Boscimani del Kalahari, che ancora vivono di caccia e raccolta, è stato grazie alle conversazioni notturne che gli esseri umani hanno sviluppato le interazioni sociali, non praticabili durante le attività quotidiane di caccia e raccolta.

Il controllo definitivo del fuoco è avvenuto circa 400.000 anni fa, nello stesso momento in cui l’uomo ha sviluppato il linguaggio, le credenze religiose e la trasmissione di conoscenze e valori culturali. Secondo la ricerca, è stato proprio grazie a questo “tempo in più” per le interazioni sociali, concesso dalla luce del fuoco, che l’essere umano ha iniziato il suo sviluppo interiore.

Ecco cosa è emerso dall’osservazione di Wiessner dei San: mentre le ore diurne di questi cacciatori raccoglitori così simili ai nostri antenati erano dedicate alle conversazioni pratiche, alle critiche, alle lamentele, ai conflitti verbali o agli scherzi, le ore notturne erano occupate da racconti, aneddoti, canti e danze a sfondo religioso, momenti di rievocazione della memoria collettiva.
Momenti introspettivi che fanno dell’essere umano quello che è.

Oggi per le chiacchiere serali basta… una lampadina! Ed è bello sapere che ci rendono, in qualche modo persone “migliori”, più profonde, che esprimono una parte importante della natura umana. Ma quanto sarebbe più poetico un falò?

Foto di copertina ©apps.iss.wisc.edu

[fonte: lescienze.it]

Ischia 2014 – Gallery

E un’altra vacanza a Ischia è passata. Ci sembra sempre di lasciarci un pezzettino di cuore, a Casamicciola. Più delle parole, come sempre, sono le immagini a raccontare la bella esperienza che abbiamo trascorso. Eccole qui…

L’arrivo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Facciamo conoscenza…

Questo slideshow richiede JavaScript.

La serata dei giochi

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lavoriamo con i mandala…

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’alba

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il bosco

Il lavoro nel bosco, con il sottofondo della musica d’arpa, non poteva davvero mancare… Ecco il risultato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Coccole in piscina

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ci salutiamo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vi abbiamo fatto un po’ di invidia? Vi aspettiamo per la vacanza del 2015!

La Way, accademia per futuri counselor

Miriam e Paolo durante la presentazione del corso Psicologia e Taoismo

Miriam e Paolo durante la presentazione del corso Psicologia e Taoismo

 

Carissimi amici del Centro,

quest’anno, prima delle vacanze estive, vi ricordiamo che sono aperte le iscrizioni all’Accademia  La Way,  il corso di Counseling Psico-Evolutivo Integrato, nato dalla collaborazione tra Miriam Carcano e Paolo Gorini e i rispettivi centri.

Le lezioni partiranno a ottobre. Il corso è di durata triennale e permette di conseguire un diploma professionale riconosciuto da S.I.C.O.OL Società Italiana Counselor e Operatore Olistico. Registro Professionale di Categoria.

L’approccio S.I.C.O.OL si differenzia dagli altri per l’attento ed approfondito lavoro fatto dall’operatore sul proprio percorso, prima di diventare un Counselor a tutti gli effetti. Le ore stanziate per le discipline legate alla crescita personale sono infatti 300.

 

Per conoscere il percorso formativo, avere informazioni e approfondire l’argomento, clicca QUI.

La Way: Accademia di Counseling Psico-Evolutivo Integrato. I corsi si terranno nelle sedi di Seregno (MB) in Via Cantù 33 e Sesto San Giovanni (Mi) Via Saint Denis 35.

Telefono: Paolo Gorini 3386234393 – Miriam Carcano 3395016281

Email: segreteria@laway.it

Sito web: www.laway.it

In Collaborazione con:

Il Centro dell’Essere: www.ilcentrodellessere.com

Il Segreto dell’Acqua: www.ilsegretodellacqua.it

Scuola Healing Tai Chi: www.taichisestosg.it